fbpx

La Favola Senza Glutine

La nostra storia e filosofia

Massimiliano viene coinvolto all’inizio del 2007, per esigenze familiari, nel mondo del “senza glutine”. Inizia a collaborare come volontario con AIC (Associazione Italiana Celiachia) in veste di tutor ristorazione. Decide quindi di fare il grande passo ed apre, a Forlì in Via Cerchia n. 86, il primo negozio il 25 gennaio 2012 per mettere a servizio di tutti la propria esperienza e conoscenza del mondo senza glutine.

Nel 2016 La Favola Senza Glutine diventa anche vendita on-line!
Con l’E-commerce, riesce a raggiungere le tavole di tutti, anche dei più lontani che non vogliono rinunciare al piacere dei prodotti di qualità in modo semplice, veloce ed a prezzi sempre più competitivi.

Il 25 maggio 2019 La Favola Senza Glutine diventa più grande e si trasferisce in Via Eugenio Bertini, 24 a Forlì con 160 metri quadri di esposizione e altrettanti di magazzino, per offrire un assortimento di prodotti sempre maggiore ai propri clienti.

Obiettivo de La Favola senza glutine è quello di accogliere il cliente in un ambiente familiare ma esperto, competente e all’avanguardia, dove confrontarsi e organizzare la propria dieta aglutinata. La Favola senza Glutine è attenta alla ricerca di nuovi prodotti che privilegino l’utilizzo di materie prime di alta qualità, biologiche, con basso contenuto di grassi e di zuccheri, per rispondere alle esigenze di tutti.

Con la Favola senza Glutine è possibile scegliere tra una vasta gamma di prodotti senza glutine delle migliori marche, trovare prodotti artigianali freschi di pasticceria e panetteria prodotti da laboratori certificati e di qualità. Altro vanto de La Favola senza glutine è la varietà di farine, dalle miscele “pronte all’uso” alle farine naturali.

Chi è Massimiliano

Titolare del negozio

Il glutine è entrato prepotentemente nella mia vita all’inizio del 2007 quando è stata diagnosticata la celiachia a mia figlia, un colpo non fa poco per me e mia moglie. Abbiamo dovuto stravolgere le nostre abitudini, niente era più scontato. La necessità era quella di informarci, per cui abbiamo deciso di iscriverci all’A.I.C. (Associazione Italiana Celichia) ente che ci ha permesso di entrare in contatto con persone che si trovavano nella nostra condizione.

La cosa che più mi feriva era l’ignoranza generale sull’argomento, il fatto che se ci trovavamo fuori casa, e mia figlia voleva un gelato o un pezzo di pizza non poteva averlo come tutti gli altri bambini. Decisi allora che potevo e dovevo fare qualche cosa. Entrai attivamente prima come volontario poi come tutor (dopo avere frequentato il corso) in A.I.C. per collaborare con i ristoranti, i bar e quanti volessero attivarsi per fornire servizi anche per gli intolleranti al glutine. Che soddisfazione quando riuscimmo a rendere accessibile ai celiaci anche fast food come America Graffiti.

Poi mi venne un’idea: volevo aprire un locale in cui si potesse trovare qualsiasi cosa, tranquillamente, in modo sicuro e senza dover consultare prontuari o etichette vari, in cui poter trovare prodotti di qualità. Per questo il 25 gennaio del 2012 con tanta gioia e con tante incognite ho inaugurato “La Favola Senza Glutine”.