fbpx
L'alimentazione dello sportivo celiaco

L’alimentazione dello sportivo celiaco

L’alimentazione dello sportivo celiaco

Praticare un’attività sportiva dovrebbe significare, per coloro che la praticano, avere un occhio di riguardo alla propria alimentazione, poiché il cibo è la fonte di energia primaria per l’organismo. Se a questo aggiungiamo la variabile celiachia l’attenzione dovrebbe essere ancora maggiore.

Chi ne soffre, infatti, non può ingerire alimenti contenenti glutine, una proteina presente nel grano e in varie tipologie di cereali, i quali rappresentano, però, sorgenti di carboidrati, essenziali nella dieta di uno sportivo.

Conciliare sport e celiachia potrebbe, dunque, sembrare complicato ma NON impossibile. Esistono vari casi di atleti che hanno raggiunto innumerevoli successi a livello agonistico pur essendo celiaci. Tra questi Novak Djokovic, uno dei tennisti più forti di sempre, e Martin Castrogiovanni, rugbista di fama internazionale. Quello che serve per unire questi due mondi all’apparenza distanti è la giusta dose di attenzione.

Vediamo insieme cosa mangiare se si è un celiaco che pratica attività sportiva.

Il segreto è l’equilibrio

La chiave di volta per gestire l’alimentazione di uno sportivo celiaco consiste nel creare una dieta bilanciata, ovviamente evitando il glutine e servendosi degli alimenti più adeguati alle sue esigenze, in grado di fornirgli la giusta dose di energia e con l’obiettivo di mantenere basso l’indice glicemico.

Per gestire il connubio sport e alimentazione senza glutine, ad una corretta e costante idratazione andrebbe accompagnata un’alimentazione ricca e variegata. A tal proposito, un’ottima fonte di ispirazione potrebbe essere la dieta meditteranea, piena di frutta, ortaggi, legumi, pesce e olio d’oliva, sempre prestando attenzione alla suddivisione dell’apporto calorico:

  • Il 55% delle calorie dovrebbe derivare da carboidrati presenti in alimenti di origine vegetale (frutta, , ortaggi, legumi, tuberi, cereali);
  • Il 30% dovrebbe provenire dai grassi contenuti in condimenti/alimenti di origine animale o vegetale;
  • il 15% dovrebbe essere di provenienza proteica, sia animale che vegetale.

I consigli alimentari da seguire

Come abbiamo appena visto la celiachia non preclude la possibilità di praticare attività sportiva, seppur richieda una maggior attenzione nella dieta. Ma quali alimenti scegliere nello specifico?

Scopriamoli insieme.

I carboidrati

I carboidrati sono macronutrienti che non possono assolutamente mancare nella dieta di uno sportivo, in quanto ottima fonte di energia. Considerand l’impossibilità dei celiaci di ingerire glutine, conviene dirigersi su cereali senza glutine, come:

  • grano saraceno
  • riso
  • amaranto
  • quinoa
  • mais
  • miglio

L’importanza dei sali minerali

I sali minerali sono composti inorganici che ricoprono un ruolo fondamentale nel funzionamento di tutto l’organismo.

Visto che se ne perdono molti con l’attività fisica e la sudorazione, e considerando la difficolta dei villi intestinali, sottoposti a infiammazione nei celiaci, nell’assorbirli , è di fondamentali importanza reintegrarli. Il potassio, ad esempio, è un sale minerale utile al mantenimento di ossa e muscoli, sia prima che dopo l’allenamento. Alimenti ricchi di potassio sono:

  • banane
  • fagioli
  • pomodori
  • funghi
  • patate
  • bietole

Altre fonti di sali minerali sono la verdura e la frutta di stagione, che saziano, mantengono in forma e sono ottimi spuntini, anche in accompagnamento ad un pugno di semi per favorire la salute della flora intestinale.

Facebook Twitter

Leggi Anche